sabato 29 maggio 2010

"Noi non voterem mai Valduga"


È stata Barbara a tradire la coalizione

«È stata Barbara a tradire la coalizione»



ROVERETO. «È la Barbara che ha tradito lo spirito di coalizione». La Lega non ci sta a sentirsi bacchettata per la svolta valdughiana e chiarisce che se c’è qualcuno che ha deragliato è la Lorenzi. E, tra le righe, fa capire che lei sotto sotto tifa per Miorandi. Alleato neanche da considerare per il Carroccio, pena la rivolta del suo elettorato. «È stata lei - ricostruisce il segretario cittadino Willy Angeli - a comunicarci, nella riunione di martedì, che avrebbe sposato la scheda bianca. Quel giorno c’è stato anche l’outing, verso sinistra, di D’Antuono. In quel momento per me la coalizione è finita: parla per la tua civica, le ho detto, perché ognuno per la sua strada». La Lorenzi avrebbe suggerito pure il voto per Miorandi, in quanto novità e freschezza. Matutto il centrodestra èinsorto. Non c’entra, spiega Angeli, la coerenza: «La campagna elettorale è una cosa, ovvio che con Valduga siamo stati duri. Il ballottaggio è un’altra fase e bisogna guardare oltre. La Lorenzi si è chiamata fuori e non ha scelto: politicamente è ancora acerba. Noi votiamo Valduga come male minore. Con lui ci sono affinità sui nomadi, sui valori cristiani, sugli accattoni, sulle moschee. Con Miorandi queste robe passerebbero tutte. Compresa la consigliera con il velo. Dovesse vincere lui, farò tutti gli interventi in dialetto». Nessuna promessa di posti da Valduga: «Solo un grazie che ieri mi ha detto per strada. Noi non vogliamo careghe. Semmai deleghe per fare una politica che migliori la città. Ma su quello che non ci va, opposizione senza sconti». (l.lor.)

venerdì 28 maggio 2010

Lorenzi: «Chi mi ha scelto voti scheda bianca»

Lorenzi: «Chi mi ha scelto voti scheda bianca»


Luca Marsilli
ROVERETO. Chi può parlare al nome del Pdl? Plotegher e Leonardi, ieri hanno duramente sconfessato Barbara Lorenzi. «Parla solo per sè, a limite per Rovereto Merita». E hanno puntato la barra verso Valduga. Oggi D’Antuono e Lorenzi replicano: «Nemmeno loro sono il Pdl». Ciro D’Antuono lo fa dal suo blog, dove ha uno scambio vivacissimo con Leonardi. Ognuno accusando l’altro di avere confuso la propria opinione per quella del partito. Ma emerge anche chiaro che nessuna riunione è stata convocata dal Pdl per imprimere la svolta valdughiana. Quanto a Barbara Lorenzi, ribadisce le proprie posizioni con una nota che a quella di due giorni fa, aggiunge qualcosa. E cioè che se c’è qualcuno che può rappresentare una coalizione, è il suo candidato sindaco. E che lei della discussione e della «svolta» non è stata nemmeno informata. «Apprendo dalla stampa - scrive Lorenzi - le nuove posizioni delle forze politiche locali di centrodestra. Ritengo che l’unica posizione credibile e coerente in merito al ballottaggio di domenica sia quella che ho già espresso qualche giorno fa, prima agli alleati e poi attraverso la stampa. Posizione che oggi sono a confermare e ribadire perchè frutto di una riflessione politica molto seria. Da una parte abbiamo un modo molto simile al nostro di approcciare e risolvere i problemi con dinamicità e con una visione di ampio respiro sulla città, propri di un candidato nuovo, giovane e di diretta espressione del mondo imprenditoriale, ma appartenente ad una parte politica storicamente ed ideologicamente lontana dalla nostra. Dall’altra parte troviamo ciò che abbiamo fortemente contestato durante tutta la campagna elettorale: un approccio statico e senza apparenti prospettive per il futuro per il reale cambio di passo della nostra città, pur essendo accomunati da ideologie politiche più vicine che non sono state comunque sufficienti a costruire un percorso condiviso per il governo della città. Pertanto ribadisco che andrò a votare e consegnerò la scheda bianca ed invito ancora tutti gli elettori che hanno condiviso il nostro percorso a fare altrettanto. La coerenza è sicuramente la prima virtù che si deve pretendere da un politico».

giovedì 27 maggio 2010

GLI SCONFESSATI

GLI SCONFESSATI Barbara Lorenzi Aveva accumulato un capitale, riunificando il centrodestra a suo nome. Lo ha bruciato facendosi smentire da Pdl e Lega Nord. Invitava a votare scheda bianca «da candidato sindaco del centrodestra», a nome di tutta la coalizione. Oggi la retrocedono a leader di se stessa. Ciro D’Antuono Non ha fatto in tempo a dire che voterà Miorandi che il Pdl, lo lascia solo: «Una posizione personale, noi voteremo Valduga».

martedì 25 maggio 2010

Il consigliere del PdL si schiera "per la partecipazione" a titolo personale.


Il consigliere del PdL si schiera "per la partecipazione", a titolo personale. Ciro D'Antuono "Io voterò Andrea Miorandi"




tratto dal quotidiano l'Adige dd. 25/05/2010

D'Antuono a sopresa: "Voto a sinistra"


tratto dal quotidiano Trentino dd. 25/05/2010







D Antuono a sorpresa: «Voto a sinistra»



ROVERETO. Doveva essere una coalizione coesa, unita nel fornire un’indicazione al proprio elettorato sul voto di domenica. Invece il fronte di centrodestra, in vista del ballottaggio, si scompone e comincia a palesare difformità di vedute. E di voto. A dimostrarlo è il primo «outing» che giunge da Ciro D’antuono, secondo più gettonato del Pdl con 144 voti, che a sorpresa annuncia la sua decisione di dare il voto ad Andrea Miorandi. Un orientamento che va in direzione diametralmente opposta a quella che i coordinatori del Pdl di Rovereto, Giorgio Leonardi e Piergiorgio Plotegher, hanno indicato qualche giorno fa. Dicendo, senza girarci attorno, che Miorandi è simpatico ma che votare a sinistra non si può. Per questione di ideologia e di logiche provinciali, che vedono in Dellai il nemico numero uno. Ma Ciro D’Antuono, in una lettera aperta ai cittadini di Rovereto, spiega di avere scelto muovendo da ben altra logica. Che è quella, trattandosi di elezioni amministrative, volta a fare il bene della città, a prescindere da ideologie politiche e interessi personali. Un bene collettivo che dall’alto della sua esperienza di consigliere, prima della maggioranza valdughiana e poi dell’opposizione, non può coniugarsi assolutamente al nome del sindaco uscente. «La mia volontà di partecipazione al dibattito politico, come consigliere, è sempre caduta nel vuoto - scrive D’Antuono -. Mai è stato guardato il contenuto delle mie proposte, mai le tematiche che riguardano la città. Nè è stato recepito l’indirizzo sulle politiche familiari». Sia l’ex sindaco che la sua maggioranza, aggiunge, hanno negato al Consiglio comunale il ruolo istituzionale che gli spetta, «deprimendo il luogo principale in cui si fa democrazia». Voto, dunque, a Miorandi: «Credo che per dare nuovo slancio alla città ci sia bisogno di gente giovane, che sappia interpretare in maniera più consona la nostra realtà». Giovane come Barbara Lorenzi, «portatrice di una proposta politica di cambiamento». E oggi sarà lei a esprimersi ufficialmente sul voto di domenica. E il suo ragionamento non dovrebbe scostarsi molto da quello di D’Antuono: tra i due candidati, minor male il nuovo e giovane. Mentre la Lega, riunita ieri sera, se sceglierà di dare indicazioni non sarà di sicuro per Miorandi. Troppo incompatibile su tutti i temi che contano: dalla sicurezza agli immigrati. (l.lor.)

giovedì 20 maggio 2010

Nidi, 87 bimbi lasciati a casa

Nidi, 87 bimbi lasciati a casa


Laura Lorenzini
ROVERETO. Per l’anno 2010-2011 saranno 172 i posti nei nidi comunali per i bimbi roveretani. Le domande presentate dalle famiglie sono però 259: 87 in più. Il Comune assicura che entro gennaio verranno tutte evase, ma Ciro D’Antuono insorge: «Procedere a tamponi è sbagliato». Poco si è fatto, secondo il vicepresidente del comitato di partecipazione dell’asilo Aquilone, per i nidi aziendali e per i posti, che restano carenti: «Lo squilibrio dei numeri ne è la lampante dimostrazione», attacca. Il Comune spiega che la graduatoria di ammissione è stata compilata sulla base delle domande. Entro domani le famiglie dovranno comunicare l’accettazione del posto, quindi lunedì sarà pubblicata la graduatoria definitiva. I bambini non accolti in settembre avranno la possibilità di essere inseriti successivamente e, secondo le proiezioni del Comune, quasi tutte le domande dovrebbero essere evase entro gennaio 2011. Tenuto conto dell’andamento storico delle rinunce, è previsto infatti un ritiro del 15 per cento dal posto assegnato. E altri 45 bambini dovrebbero uscire dal nido per il passaggio alle scuole materne. Il chiarimento non soddisfa D’Antuono, che muove appunti sia sulla quota dei ritiri, sia sull’inserimento «in corsa» dei bambini esclusi: «Se ci sono così tante rinunce, è perché l’assegnazione del nido non viene fatta in base alla residenza e quindi chi sta a Marco non ci sta ad andare al Brione. E viceversa - precisa -. Quanto all’inserimento dei bambini esclusi in gennaio, è un metodo assolutamente deleterio perché impedisce la continuità didattica e l’amalgama di gruppo». Ma il consigliere del centrodestra in pectore (posto sicuro come terzo più votato del Pdl) punta il dito anche contro la mancanza dei due nidi aziendali promessi all’ospedale e a Luxottica, chiamati a dare risposte ai turnisti della Vallagarina: «Così si alimenta il mercato delle baby-sitter e si costringono i genitori a svenarsi per il servizio a ore». L’assessore all’Istruzione in scadenza Mirella Stofella ricorda che sono in arrivo quindici posti a Marco con il nuovo micronido, che sarà seguito da Noriglio nel 2011, quindi da via Udine ed ex Manifattura nel 2012. «Sui nidi aziendali noi abbiamo fatto il possibile - rimarca -. L’interesse dell’azienda ospedaliera c’è, ma non è che dall’oggi al domani si può creare una struttura. Quanto alla Luxottica, per ora ha accantonato l’idea. Ricordo infine le Tagesmutter, altri quaranta posti per chi resta fuori».

mercoledì 19 maggio 2010

Una sfida generazionale per il Comune

Manifesto con gli eletti in Circoscrizione Centro

Lorenzi apre le porte a entrambi

Lorenzi apre le porte a entrambi


Laura Lorenzini
ROVERETO. Disponibile a dare sostegno all’una o all’altra parte. Senza preclusioni. Il giorno dopo le elezioni, a bocce ferme, Barbara Lorenzi apre le porte a una collaborazione. Se a Miorandi o a Valduga, dipenderà da quello che verrà messo sul piatto. Non in termini di poltrone, ma di progetti: «Il nostro primo e unico obiettivo, lo abbiamo detto sempre, è il bene della città», scandisce. Ora si attendono contatti. Ad oggi non si è andati oltre i sondaggi a distanza: «Qualche persona, vicina all’uno o all’altro schieramento, è venuta a chiederci che intenzioni abbiamo», confida lei. Ora però, per iniziare una trattativa, serve una chiamata diretta. Nel frattempo la coalizione prende tempo. Il confronto tra i vertici slitta a domani sera. E, alla luce delle eventuali news, si deciderà come muoversi. La Lorenzi ha le idee chiare: «Ai due aspiranti sindaci offro appoggio in cambio di un progetto di sviluppo a medio-lungo termine. Temi neutrali: infrastrutture, lavoro, economia». D’accordo con Piergiorgio Plotegher, del Pdl: un’alleanza con Miorandi è possibile. Tutti contro Valduga? «Io non ho preclusioni per nessuno. Però ricordo al professore, che si dice uomo libero, che libero non è, visto che le sue civiche hanno raccolto di tutto. E comunque il 55 per cento dei roveretani ha detto due cose: che vuole cambiare e che i partiti li vuole, eccome». Alla baldanza del sindaco uscente, che ha dichiarato di poter riconquistare Palazzo Pretorio da solo, gli alleati replicano con la sfida a non dare nulla per scontato. Giorgio Leonardi, consigliere provinciale del Pdl, agita lo spettro di Maffei. Trafitto, cinque anni fa, nella sua certezza di trionfo. «Fossi in Valduga, non darei per certi i nostri voti. Cinque anni fa glieli abbiamo dati e non ci ha neanche detto grazie. L’umiltà e la riconoscenza sono doti rare. Oggi gli dico: attento, in politica tutto può accadere». Ciro D’Antuono, secondo più votato del Pdl, è più dubbioso: «Difficilmente il nostro elettorato vota Pd. Però l’accordo si può fare». Willy Angeli con Valduga la mette giù ancora più dura: se lo sogna l’appoggio garantito di cinque anni fa. Neanche in cambio di carèghe: «Niente mercanzie, abbiamo una dignità. Restiamo fedeli alla coalizione, comunque vada. Da queste elezioni esce un centrodestra forte e coeso: lì restiamo, anche all’opposizione». Su un’alleanza con il centrosinistra chiarisce che è «fantapolitica, date le ideologie antitetiche. Ma non vuol dire che siamo preclusi al dialogo. Dipende da come si concretizza».

martedì 18 maggio 2010

RISULTATI ELEZIONI COMUNALI 2010.


La reginetta dell'urna è Giulia Robol


Giulia Robol su tutti

Giulia Robol su tutti



ROVERETO. Le poche preferenze espresse sono state uno dei dati salienti di questo voto. Ed anche i problemi ai seggi dovuti a preferenze «discordanti»: candidati votati nelle liste sbagliate, un problema soprattutto delle civiche. Salta agli occhi il successo personale di Giulia Robol, del Pd, che con 384 voti è di gran lunga il candidato più votato. La seguono a pari merito, 292 preferenze raccolte, Piergiorgio Plotegher (Pdl) e l’assessore Giampaolo Stiz (Valduga per Rovereto). Tallonati da un altro assessore uscente: Giovanni Spagnolli, che si è fermato a 285. Il vento leghista ha poi portato a un risultato straordinario Viliam Angeli: coi suoi 247 consensi è il quinto assoluto. PARTITO DEMOCRATICO Robol Giulia 384 Pallanch Roberto 213 Airoldi Mario 196 Pellegrini Luigino 190 Gerola Fabrizio 185 Simoncelli Nicola 183 Coser Patrick 149 Mesrar Aicha 138 Filippi Luisa 133 Merighi Nives 127 Manzana Renato 122 Mirandola Paolo 113 Ferrari Roberto 112 Laezza Marco 110 Salomoni Patricia 104 Merlo Gianluca 97 Passamani Roberto 83 Fait Carlo 75 Gallazzini Teresa 66 Di Blasi Dario 61 Cristoforetti Francesco 56 Zomer Filippo 51 Sannicolò Fabrizio 50 Sommadossi Norma 40 Comencini Arianna 39 Faes Paolo 39 Finocchiaro Angelo 38 Rigo Paola 37 Conzatti Valeria 34 Zendrini Karin 31 Vigagni Renzo 27 Romagnoli Angela 24 Boratti Daniela 23 Bonatti Fabio 22 Barozzi Giulia 20 Arifi Besim 17 Fait De Martis Elisa 16 Petrolli Lorenzo 16 Podetti Giorgio 14 Citroni Giorgio 10 VALDUGA PER ROVERETO Stiz Gianpaolo 292 Spagnolli Giovanni 285 Boscherini Stefano 139 Farinati Paolo 122 Azzolini Cristina 114 Stofella Mirella 110 Pretti Vittorio 106 Less Alessio 103 Da Costa Enzo 102 Gatti Franco 102 Pallanch Roberto 99 Zenatti Massimo 91 Cemin Claudio 89 Soini Alessandro 86 Paissan Michele 81 Pompilio Giovanni 76 Scudiero Maurizio 73 Marchiori Attilio 70 Zenato Giuseppe 67 Ruele Renato 65 Leo Manola 63 Lorenzi Fabrizio 58 Andreatta Patrizia 57 Silli Andrea 56 Barozzi Ennio 53 Vaccari Manuela 53 Calzà Nicol 44 Benoni Andrea 40 Colla Elisa 40 Alberti Elena 36 Urbani Siro 36 D’Agostino Maria Rosaria 31 Dardani Claudio 26 Lagnese Paolo 23 Giglio Laura 21 Redolfi Nicoletta 21 Mirandola Giancarlo 16 Zampedri Paola 16 Miorelli Michela 12 Gianfranceschi Pietro 5 IL POPOLO DELLA LIBERTA’ Plotegher Pier Giorgio 292 D’Antuono Ciro 144 Bortot Mario 136 Righi Michele 120 Ricciuti Liliana 88 Capobianco Italo 84 Fatturini Tiziano 58 Longarini Piergiovanni 58 Gatti Andrea 54 Benedetti Rudy 53 Vettori Bruno 39 Simoncelli Nerio 35 Pileggi Daniele 33 Marletta Simone 22 Amadori Riccardo 20 Libera Flavio 17 Bertotti Andrea 15 Bonafini Renzo 15 Potrich Maria Teresa 15 Chezzi Elettra 13 Petrolli Gabriella 13 Righetti Alessandro 10 Valduga Andrea 10 Giacometti Stefania 9 Senter Leonardo 9 Tomasoni Paolo 9 Chayah Mohamed Nader 8 Potrich Raffaella 7 Tonelli Enrico 7 D’Incà Ennio 6 Barberi Luciana 4 Denicolò Tiziana 4 Parisi Mirco 4 Ruffo Lorenzo 4 Desiderio Annalisa 3 Tranchida Anna Maria Cinzia 3 Berté Yuri 2 Bellorio Graziella 1 Ghezzi Tiziana 1 Scottini Bianca 1 LEGA NORD Angeli Viliam 247 Dalzocchio Mara 210 Casti Antonio 36 Bisoffi Maurizio 35 Gazzi Corrado 32 Buraglio Mauro 24 Chizzola Gianni 23 Petrolli Andrea 18 Zanderigo Iona Mariano 16 Farinati Mirco 16 Calvetti Renzo 15 Barozzi Davide 11 Erba Roberto 10 Pozzer Marina 10 Scrinzi Claudio 10 Venturini Sandro 9 Giuliani Giuliana 9 Gonzo Mario 8 Belletti Giordano 6 Tranquillini Carmen 6 Zenorini Edda 6 Gobbi Diana 6 Nevano Gennaro 5 Tomasini Egidio 5 Campostrini Marinella 4 Zago Bruno 4 Sarto Antonio 4 Tita Stefano 3 Riolfo Mirella 3 Pergola Adriana 3 Arer Debora 3 Perghem Giovanna 3 Caneve Gino 2 Martini Mariano 2 Delaiti Mario 2 Zambelli Simonetta 1 Loss Valeria 1 Sassudelli Fabrizio 1 Ciaghi Antonino 0 De Matteis Giuseppina 0 CIVICA CON VALDUGA Tomazzoni Maurizio 122 Chiesa Ivo 108 Zoller Nicola 107 Bertolini Marilena 71 Fontanari Marco 71 Baroni Federico 62 Miniucchi Andrea 54 Zuccatti Roberto 53 Bazzanella Flavio 52 Caputo Giancarlo 52 Zenatti Fabiola 52 Corradini Fabrizio 50 Caputo Vincenzo 46 Galli Filippo 41 Luna Daniela 41 Armici Anna Rosa 40 Monte Renzo 40 Fiorito Giuseppe 37 Dobrilla Gianfranco 36 Stedile Marco 35 Celva Roberto 32 Badia Moreno Elisabeth 24 Massimo Elina 24 Altomonte Fortunato 21 Corrente Alessandra 17 Tonetta Paolo 17 Ischia Simone 15 Bordignon Raffaele 14 Chizzola Sandro 14 Francesconi Giorgio 14 Francesconi Marina 13 Osele Elena 12 Sanchez Leon Paulina 12 Stedile Carla 11 Bruni Franca 9 Parisi Riccardo 9 Manica Giovanna 6 Verderio Ambrogio 5 Masera Stefano 3 UNIONE PER ROVERETO Daicampi Gianpaolo 129 Volani Francesco 105 Manfredi Leone 94 Galli Alberto 93 Graziola Giuseppe 88 Frisinghelli Ornella 69 Spagnolli Stefano 62 Gregori Remo 52 Michelini Michele 49 Barbacovi Daniela 48 Bianco Mario 43 Zencher Rina 32 Grigoletto Gianluca 31 Barozzi Nicola 25 Lucchiari Franca 21 Nadalini Gloria 19 Matano Amelia Maria Rita 18 Vettori Romano 18 Filagrana Giorgia 15 Gabrielli Federica 15 Giori Roberto 14 Kiniger Guido 13 Amici Monica 12 Vescovi Maria Teresa 11 Feller Loris 10 Loss Cesare 10 Simonini Michele 10 Barberi Isabella 9 Cannistrà Lara 9 Frapporti Andrea 9 Depetris Guido 8 Morichi Sandro 8 Semborowski Janusz 2 Yazidi Hassen 1 Luppi Matteo 0 ROVERETO VIVA - VERDI Pozzer Ruggero 185 Romano Francesco 135 Loss Donata 94 Vecli Cristiano 74 Finocchiaro Giuseppe 51 Pedrotti Michele 42 Migliarini Maurizio 42 Beltrami Gianfranco 37 Nisi Giorgia 30 Kiniger Stefano 28 Liberi Leonardo 25 Filagrana Patrizia 21 Osti Roberto 20 Battistata Paola 19 Ieronimo Giovanna Lucia 17 Giordani Claudio 16 Castaldo Marco 14 Pezzini Maria Luigia 14 Lugnan Alessio 13 Polli Armando 13 Zoller Giulio 11 Ciaghi Claudio 10 Liotto Lorella 10 Scarcella Maria Giulia 10 Caruso Andrea 9 Chiusole Gianpaolo 8 Moser Cristina 8 Setti Giuliano 8 Giordani Gabriella 7 Mariech Mariarosa 7 Bruni Luca 6 Noriller Maria Gabriella 6 Khalfane Mostafa 5 Faes Daniele 4 Secchi Marina 4 Tabarelli De Fatis Virginia 4 Calvani Elza 3 Ricciarelli Annalisa 3 Peterlini Franco 2 Gasperini Gabriella 1 ROVERETO MERITA Cimmino Francesco 105 Manica Giliola 58 Polli Francesca 40 Toniatti Giorgia 40 Adami Valter 38 Lucchetti Luciano 31 DE Maio Pietro 27 Debiasi Dina 26 Bertolini Alessandro 18 Parmesan Rino 18 Bruschetti Atos 16 Cortopassi Paolo 14 Pezzato Luciano 13 Bernuzzi Maurizio 12 Cobbe Milena 12 Pisetti Mauro 12 Busan Martina 11 Vicentini Cristian 11 Dalprà Monica 10 Innocenti Claudio 10 Mincuzzi Marina 9 Cipriani Cinzia 8 Figueroa Helen 8 Restani Diletta 8 Burattoni Alberto 7 Debiasi Lucia 6 Giolo Gabriella 5 Parisi Elisa 5 Brunialti Luigi 3 Sassudelli Italo 3 Bertolini Tiziano 2 Festini Brosa Manuela 2 Fidone Giuseppe 2 Modafferi Vincenzo Massimo 2 Zoller Ottorino 2 Passerini Mara 1 Costanzo Alessandro Filippo 0 Marelli Enrica 0 Martini Davide 0 Soffiati Miriam Maria 0 PATT Bertolini Giuseppe 103 Masera Federico 73 Vanzo Ezio 61 Graziola Marco 54 Borghetti Roberto 53 Gottardi Giuseppe 48 Manica Emilio 38 Cassiti Fausta 36 Zanfranceschi Erica 33 Fait Vigilio 27 Busetti Silvano 17 Chiasera Rino 17 Rigo Paolo 16 Braus Renzo 14 Veronesi Fabrizio 13 Pezzato Stefano 12 Adami Gianni 8 Lenti Ferdinando 8 Azzolini Loredana 7 Manfrini Elena 7 Rosà Laura 7 Mora Marialuisa 6 Riccadonna Ugo 6 Bruseghini Pietro 5 Feldkircher Erwin 5 Liberi Francesca 5 Loss Elena 5 Sabatini Thomas 5 Cavalieri Tullio 4 Liberi Giancarlo 4 Stedile Matteo 4 Maranelli Paolo 3 Robol Claudio 1 Lot Maria Pia 0 Tomasi Paolo 0 MIORANDI AREA DI CENTRO Frisinghelli Franco 39 Pontillo Emilio 23 Trentini Michele 17 Trassari Puro Federico 15 Puglisi Alcide Filippo 13 Trainotti Giuseppe 13 Lorenzi Giorgia 7 Micheloni Gianfranco 6 Tomasi Sara 5 Zanin Francesca 5 Zencher Lara 5 Pediconi Paola 4 D’Angelo Jennifer Zaira 4 Lunardi Francesco 4 De Filippis Angelica 3 Margola Marina 3 Padovani Sabrina 3 Buzzo Rodolfo 2 Comencini Pier Antonio 2 Cuel Mauro 2 Gala Dino 2 Grasso Maria 2 Micheloni Fabrizio 2 Peterlini Anna 2 Trentini Christian 2 Armellin Giampaolo 1 Carmeci Manuela 1 Kircanski Franco 1 Marcomini Francesca 1 Matta Daniela 1 Dalledonne Dina 0 Gala Melissa 0 Rizzo Maria Stella 0 Saltori Mauro 0 Serio Nicola 0 Valduga Isabella 0 ROVERETO FUTURA - IL CENTRO CON VALDUGA Zambelli Andrea 144 Luscia Andrea 99 Cattani Silvio 64 Piraino Lorenzo 36 Pizzini Alessandro 29 Bertoldi Ugo 28 Sorrentino Alessandra 28 Guidotto Sergio 27 Arlanch Andrea 25 Valente Roberto 24 Battistotti Gianni 18 Barbetta Matteo 16 Dallabernardina Marco 14 Garau Giovanni 14 Marchetti Iris Anna 8 Maino Leila 7 Urli Giuseppina 7 Lorenzini Vito 5 Osti Moreno 5 Pucher Bianca 5 Bonani Ruggero 4 Malatesta Giorgio 4 Comper Ivana 2 Bianchini Andrea 1 Malatesta Veronica 1 Assara Lucia Stella 0 Aste Armando 0 Battisti Chantal 0 Capezzuoli Andrea 0 Curti Gianni 0 Curti Valter 0 Linardi Manuela 0 Linardi Remo 0 Paparella Pasquale 0 ITALIA DEI VALORI D’Ingiullo Claudio 25 Calliari Federico 14 Stedile Alberto 11 Gaudino Salvatore 10 Cataldo Aurora 9 Masera Mauro 8 Aldi Carlo 7 Gotti Maria Elena 7 Ragnini Liliana 5 Corradi Franco 4 Faraoni Anna Irene 4 Setti Loreno 3 Badar Arshad Mahmood 2 Bertolazzi Enrico 2 Farsane Fatima 2 Delaiti Flavia 1 Della Monica Gennaro 1 Molinari Claudio 1 Sturzen Maria Luisa 1 Argentieri Margherita 0 Ballerini Marco 0 Barone Adesi Vittorio 0 Bondi Andrea 0 Bonomini Laura 0 Brogin Luca 0 Condini Claudio 0 De Sero Giacomo 0 Gorfer Andrea 0 Ianes Chiara 0 Mantia Francesco 0 Marino Caterina Rosa 0 Mongioì Francesco 0 Montebello Marco 0 Tava Fulvio 0 PIU’ DEMOCRAZIA A ROVERETO Martinelli Francesca 50 Togni Marco 25 Bertagnin Milena 19 Zendri Lorenzo 19 Pallanch Giancarlo 15 Gualazzi Athos 14 Menguzzato Maria 13 Vescovi Massimo 12 Pellizzari Michela 10 Manica Andrea 8 Vicentini Armando 7 Fabrello Davide 7 Benedetti Marina 4 Cristofoli Carlo 3 Rocchio Simone 1 Macripo’ Annamaria 1 Spolaore Sara 1 Berti Eugenio 1 Ghini Paola 1 Gonella Giulia 1 Rinco Dario 1 Sasso Aphler 0 Pappalardo Patrizia 0 Reggiani Carlo 0 Losi Andrea 0 Di Flaviano Giovanna 0 Benini Monia 0 Allievi Claudio 0 Rebesani Fulvio 0 Manduchi Massimo 0 Zancan Fabio 0 Gaetano Massimiliano 0 Abbondanza Pietro 0 Consalez Giacomo 0 RIFONDAZIONE COMUNISTI ITALIANI Arlanch Demis 28 Francescatti Grazia 23 Peroni Ivone 23 Valduga Gianfranco 20 Tomio Sergio 15 Manzana Matteo 12 Carlini Carla 11 Ltaief Faisel 9 Tonolli Daniela 6 Ben Milena 5 Lorenzi Carlo 5 Albertini Isabella 4 Capodanno Francesco 3 Vitti Paolo 3 Beberi Corrado 2 Ragusini Ugo 2 Zanghielli Mara 2 Baldo Giovanni 1 Scotti Taddei Luigi 1 Zandonai Mario 1 Zanella Patrizia 1 Bariletti Rosanna 0 Caserotto Andrea 0 Cotugno Alessandro 0 Guardo Claudio 0 Lira David 0 Marchelli Eugenia 0 Nicolodi Nadia 0 Pantano Giuliano 0 Pasini Armando 0 Rigotti Andrea 0 Tardocchi Bernardo 0 Traversa Patrizia 0 FIAMMA TRICOLORE Paolini Nicola 37 Fait Davide 27 Pisoni Manolo 21 Russo Omar 19 Dalla Costa Leopoldo 12 Vanzo Irzio 11 Vito Luca 7 Girardelli Ornella 5 Del Deserto Ubaldo 2 Prosser Emanuele 1 Filosi Mauro 1 Cirasa Maurizio 1 Manara Antonio 1 Taufer Marco 1 Pisoni Bruno 0 Caccialanza Daniel 0 Capuano Paolo 0 Giuliana Angelo 0 Giuliana Venusia 0 Faccenda Davide 0 Macario Eleonora 0 Landolfi Giuseppe 0 Bazzanella Daniele 0 Pisoni Manuel 0 Spano’ Renato 0 Tanzi Giuseppe 0 Zambiasi Giovanni 0 Tettamanti Marco 0 Butterini Matteo 0 Zanotti Stefano 0

martedì 11 maggio 2010

CIRO D'ANTUONO E LE DIPENDENZE


Incontro in sala delle Vele


APPUNTAMENTI ELETTORALI


APPUNTAMENTI ELETTORALI Josef Zisyadis a Rovereto La lista “Più Democrazia a Rovereto” propone un incontro col deputato svizzero Zisyadis. Centro civico di Lizzana, 20.30. Incontro lista Valduga Alle 18, presso la sede della coalizione di Guglielmo Valduga in via Mercerie, incontro dal titolo “Assistenza socio-sanitaria: oggi e domani” con l’assessore Spagnolli. Incontro in sala delle Vele Ciro D’Antuono, candidato per il Pdl, organizza, ore 18 in sala delle Vele, un incontro su alcol, fumo e gioco d’azzardo. Concerto Verdi a Volano Alle 20.30, pasticceria Dario, via Europa, i Verdi organizzano un concerto di Paola Battistata. Partecipa l’onorevole Bonelli. Appuntamenti Pd a Mori Il Pd di Mori alle 19 incontra i commercianti in via Modena e alle 20.30 i residenti di Tierno alla casa sociale. Appuntamenti Villa La lista “Villa Lagarina insieme” alle 20.30 al parco di Piazzo presenta candidati e programma. Incontro a Calliano Alle 20.30, in municipio a Calliano incontro con Alberto Pacher promosso dalla lista “Civica per Calliano” sulla riapertura della fermata ferroviaria.

domenica 9 maggio 2010

CIRO D'ANTUONO E LA VIABILITA'


La città a ostacoli in sedia a rotelle












































P.S.: fino a prova contraria sono Consigliere Comunale fino all'insediamento del nuovo Consiglio (giugno 2010).
Spero che il 16 maggio i cittadini di Rovereto mi rinnovino la fiducia!

La città a ostacoli in sedia a rotelle

La città a ostacoli in sedia a rotelle


Laura Lorenzini
ROVERETO. Com’è il mondo visto da trenta centimetri da terra? Come ci si muove ingabbiati su una sedia su ruote? Risposta semplice: è come fare la Camel Trophy. Una gimkana tra sanpietrini, buche, salite, marciapiedi scoscesi, attraversamenti disastrati. Con la paura di inciampare, ribaltarsi o essere travolti. E le braccia che fanno male, a furia di spingere. Provare per credere cosa vuole dire muoversi in città in carrozzina. Noi l’abbiamo fatto. Insieme a un folto plotoncino di volontari, abbiamo preso parte alla passeggiata promossa ieri da alcuni disabili della lista Rovereto Merita che sostiene Barbara Lorenzi. Obiettivo: sensibilizzare sulle difficoltà del muoversi su ruote. In testa Giliola Manica e Luciano Lucchetti. Dietro un plotoncino di volontari, dall’ex consigliere comunale Ciro D’Antuono, ai candidati Alberto Burattoni e Luciano Pezzato. A Ornella Guerra, che non è in lista ma ha la mamma disabile: «Rovereto è meglio di altre città, ma ci vuole più rispetto per chi non può muoversi». Partenza da via Stoppani. Subito passaggio in via Mazzini, dove ci muoviamo nella ressa del sabato ricavandoci il varco per passare. Prima difficoltà in via Roma: mancano parecchi sanpietrini e bisogna fare lo slalom per non incagliarsi con le ruote e capottarsi. In via Carducci l’incubo è il marciapiede: stretto e inclinato. Sembra altissimo e a un certo punto D’Antuono perde l’equilibrio e quasi si rovescia. In piazza Nazario Sauro le rampe di salita sono irte e proibitive, in via Dante l’attraversamento è stretto e i sanpietrini creano turbolenze e oscillazioni. «Occhio, che il marciapiedi pende - avverte Luciano Lucchetta, che ha 53 anni ed è in carrozzina da sempre. Negli ultimi trent’anni, dice, a Rovereto è cambiato poco e lo dimostra via Fontana, sotto i portici: per i lavori in corso è stata tolta la rampa. Un baratro: «Ecco cosa intendiamo quando parliamo di mancanza di sensibilità». È finita? No, perché c’è il passaggio pedonale su corso Rosmini: strisce con dossi, buche e avvallamenti. Tra i volontari qualcuno quasi si diverte. Ma la Manica riporta alla realtà: «Pensate che per noi è tutti i giorni così». La fermata del bus sul corso fa riaffiorare l’ultima nota dolente, l’insufficienza di pedane automatiche: «Quelle manuali non sempre gli autisti vogliono azionarle».

lunedì 3 maggio 2010

D'Antuono e la città


APPUNTAMENTI ELETTORALI

APPUNTAMENTI ELETTORALI Letta incontra il Pd Stasera, alle 18.45, Enrico Letta incontra i candidati del Pd al caffé Bontadi in piazza del Nettuno. Alle 20.30 sarà in sala Filarmonica con l’assessore Olivi e il candidato sindaco Andrea Miorandi. D’Antuono e la città Domani alle 18, nella sala delle Vele in municipio, il candidato del Pdl Ciro D’Antuono parla di cinque anni in Consiglio e di idee per la città.